venerdì 2 aprile 2021

Giornata mondiale sulla consapevolezza dell'autismo

 


Il 2 aprile è la Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo (WAAD, World Autism Awareness Day) istituita nel 2007 dall’Assemblea Generale dell’ONU.

 

 

 

 

 

Una giornata speciale per sentirci più vicini, crescendo nella consapevolezza di essere tutti unici.!

 

mercoledì 31 marzo 2021

lettera aperta al Ministro dell'Istruzione







  

Egr. Ministro dell’Istruzione

Prof. Patrizio Bianchi 

Oggetto: lettera aperta in merito alla situazione di bambini, ragazzi ed adolescenti.

Abbiamo appreso della riapertura al termine delle vacanze pasquali delle scuole fino alle classi prime della secondaria di primo grado. Vorremmo proporre alla Sua cortese attenzione alcune considerazioni sull’argomento, sperando che possano essere da Lei condivise in vista delle prossime attività.

Le regole emanate per limitare i contagi da sars-cov2 hanno l’obiettivo di ridurre le attività alle sole necessità inderogabili, così ci è stato spiegato. Quello che è successo però è la negazione di qualsiasi  necessità inderogabile a bambini, ragazzi e adolescenti, che in questo caso stiamo rappresentando.

Infatti a loro sono state negate le necessità: 

 Di salute fisica. Non possono praticare sport, giochi liberi all’aria aperta, sono costretti all’esposizione continua ad uno schermo in posizione innaturale e troppo spesso statica, a volte a casa da soli non sono facilmente accompagnati nell’alimentazione e negli orari.

-    - Di salute psichica. Qui potremmo scrivere tante, troppe cose, ci limitiamo ai danni creati dal clima di ansia che si respira spesso, dall’accesso non più controllato al web con cyberbullismo, siti pericolosi e dipendenze, alla tensione causata dalla didattica a distanza, la solitudine in casa piuttosto che lo stress di tutta la famiglia collegata in spazi ristretti e senza limiti d’orario, la mancanza di relazioni reali (credo basti ricordare la propria adolescenza e pensarla senza contatti veri con gli amici ma continua presenza dei genitori o viceversa in solitudine). Non proseguiamo oltre perché consapevoli degli allarmi già lanciati dai professionisti del settore sociale, sanitario, scolastico, delle forze dell’ordine.

-      - Di crescita e sviluppo culturale. Dall’esperienza didattica in remoto vediamo tutti i giorni una perdita di apprendimento, di consapevolezza, di interesse dei nostri figli, basti questo. Inoltre poco valgono film, musei, conferenze e teatro online senza la realtà, le emozioni condivise dall’essere presente. Valido strumento il web, ma non in sostituzione, solo se si aggiunge può essere utile.

-   - Di crescita e sviluppo spirituale. Rischiamo l’annichilirsi di una vita interiore e la perdita di valori fondamentali nei cittadini che compongono e comporranno le nostre comunità. Mancano catechismo, oratorio, celebrazioni specifiche, la possibilità di percorrere il cammino spirituale insieme alla propria comunità cristiana.

A tutte queste necessità non riconosciute, si aggiunga il fatto che spesso i figli vedono i propri genitori uscire da casa per lavoro, spesa, accudimento parenti, poi tornare e riportare esperienze seppur limitate, comunque esperienze. Che a loro sono precluse.

Non ci interessa qui sottolineare altro che la situazione non più sostenibile da parte di bambini, ragazzi e adolescenti: TUTTI hanno bisogno della scuola, dello sport e dell’oratorio e, visto la stagione calda in arrivo e quindi l’opportunità di stare all’aria aperta o con le finestre spalancate, di non essere continuamente trattati come ipotetici malati con tamponi e mascherine mai abbassate.

Restituire ai bambini, ragazzi e adolescenti la possibilità di svilupparsi in modo armonioso è un bene per loro e per tutti, perché la società ha bisogno di Cittadini, persone forti, uniche, creative e coraggiose, in grado di affrontare le sfide del futuro e farlo insieme.

La ringraziamo per la gentile attenzione, sperando in una sua condivisione e azione nelle sedi opportune, La ringraziamo per l’attenzione e salutiamo distintamente.


                                                                          Comitato Genitori Via Cavour

                                                         Istituto Comprensivo Cuggiono e Bernate Ticino (Mi)

 




         

lunedì 22 marzo 2021

Il Garante per la tutela dell'infanzia e dell'adolescenza ci risponde

 Il Garante per la tutela dell'infanzia e dell'adolescenza di regione Lombardia, dott. Riccardo Bettiga, risponde alla nostra missiva contro la chiusura delle scuole con una lettera che lo vede farsi portavoce dei diritti a tutto campo dei bambini e dei ragazzi. Lo ringraziamo e speriamo in un risultato positivo al suo interessamento.



venerdì 19 marzo 2021

#giùlemanidallascuola

Mercoledì 17 abbiamo messo in atto una protesta pacifica contro la decisione di chiudere tutte le scuole di ogni ordine e grado: i bambini e i ragazzi hanno bisogno della scuola per diventare grandi e imparare a relazionarsi con i compagni e con il mondo. 
Tutto questo non può essere sostituto da un computer. 
Abbiamo lasciato simbolicamente alcune scarpe dei bambini davanti alla scuola da loro frequentata, infanzia, primaria, secondaria di Cuggiono, Castelletto e Bernate Ticino, perché ai bambini non servono più, perché sono costretti a stare in casa. Sui cancelli d’entrata abbiamo appeso disegni e pensieri.
Alla secondaria anche una docente ha voluto essere con noi davanti a scuola per esprimere il suo pensiero. 
Contemporaneamente alla manifestazione ci siamo rivolti alle istituzioni, a partire dal Ministro all’Istruzione fino a quelle dei nostri paesi, con una LETTERA che il dirigente scolastico ha pubblicato sul SITO del nostro Istituto Comprensivo.


















lunedì 15 febbraio 2021

#poesiecorsare

Ieri molti cuggionesi si sono svegliati con una piacevole sorpresa grazie alla bellissima idea dei docenti e alunni della scuola media. Passeggiando per le strade del paese ci siamo imbattuti in poesie appese nei luoghi più visibili e disparati. Chi le ha scritte? … Chi le ha appese ?

I nostri studenti delle scuole medie!!!

Tantissime poesie hanno animato e dipinto di primo mattino il paese. Fare poesia e leggerle ci consente di entrare in un mondo gentile e di portare alla luce un universo di fantasia e immaginazione.

Bellissime parole poetiche e anche alcune molto divertenti che ci hanno fatto respirare un po’ di bellezza e di pensiero positivo

Ringraziamo i prof. : Fabio, Simona, Elena, le due Chiara, Augusto Pamela, Angelo.

Ringraziamo l’amministrazione Comunale, i papà per il supporto, Silvio, Giovanna, Marco e Oreste.

Ringraziamo le nostre ragazze e ragazzi per la bellissima giornata trascorsa in compagnia della POESIA.